Compagnie des Refuges Clarée Thabor
Cerca la disponibilità nei posti tappa e nei rifugi

Gran tour del Thabor con partenza da Bardonecchia (Italia)

Alla scoperta dei molteplici aspetti del Paese del Thabor…

tappa 1
Salita al rifugio Chalet della Guida

vedere la cartina
Uscendo dalla stazione svoltare a destra (nord) e proseguire fino al sottopassaggio sulla destra.
Attraversarlo e svoltare a sinistra, seguire la carrozzabile per Rochemolles e abbandonarla, a sinistra, prima del primo tornante, seguendo il sentiero per Les Issard.
Qui giunti, seguire la strada carrozzabile per 30 metri e, all’uscita del borgo, prendere il sentiero a sinistra per Rochemolles.
Il sentiero tocca ancora una volta la strada, passando da valle a monte della stessa, dopo averne percorso un breve tratto per imboccare la mulattiera a destra.
Cinquanta metri prima del ricongiungimento della mulattiera alla carrozzabile, prendere il sentiero sulla destra che conduce direttamente a Rochemollles.
Maggiori informazioni

Chalet della guida

- 1600m
Altitudine di partenza1770 m
Altitudine di arrivo1600 m
Dislivello+348 m / -450 m
Tempi di percorrenza4h

tappa 2
Dal Chalet della Guida al rifugio Scarfiotti

vedere la cartina
Attraversare il ponte che conduce al parcheggio e imboccare il sentiero che sale a sx. Al primo bivio proseguire diritti (est). Dopo alcuni tornanti, ad una curva a destra, imboccare il sentiero per le Grange Mouchequite.
Attraversare il rio Valfredda al Pont de l’Etan, aggirare la Cappella della Madonna della Neve (1 863 m) sulla sinistra per imboccare a destra il sentiero delle genziane e raggiungere la mulattiera (1 927 m) dove correva la ferrovia Decauville che fu utilizzata per la costruzione della Diga di Rochemolles.
Seguire la mulattiera, in piano, attraversando la strada carrozzabile del Colle del Sommeiller, il Rio Almiane, superando una galleria fi no a raggiungere la base della diga.
Imboccare a dx la strada che conduce alla casa dei guardiani, risalire a dx fi no a raggiungere nuovamente la strada per il colle, attraversarla e percorrerla in discesa per qualche decina di metri per salire la mulattiera, a sx (nord/nord-est), per la Grangia di Almiane (2 129 m).
Alla Grangia voltare a dx e imboccare il sentiero (sud/sud-est) che, passando a monte delle Grange Selle (2 225 m), percorre tutta la valle fi no a raggiungere il Colletto di Almiane (2 677 m).
Scendere la pietraia, sul versante nord, per tracce di sentiero e raggiungere la strada carrozzabile al Pian dei Morti (2 470 m circa).
Costeggiare la strada fi no ad imboccare, a monte del primo tornante, il sentiero che sulla sponda sx del Rio du Fond scende, a fi anco dei tornanti della strada, fi no a rientrare sulla stessa all’ultimo tornante del versante nord-ovest.
Percorrere la strada, in discesa, per una cinquantina di metri, e imboccare il sentiero a destra (valle) in direzione del Rio della Balma, attraversarlo e girare a dx (nord-est) in direzione della Cascata du Fond e seguire la mulattiera che conduce al Rifugio Scarfi otti.
 
Maggiori informazioni

Refuge Scarfiotti

- 2165m
Altitudine di partenza1630 m
Altitudine di arrivo2165 m
Dislivello+1017 m / -512 m
Tempi di percorrenza5h45

tappa 3
Dal rifugio Scarfiotti al rifugio Levi-Molinari

vedere la cartina
Dirigersi verso la Cascata du Fond e risalire il vallone del Rio della Balma fino ad un grosso masso dove il sentiero attraversa il rio e raggiunge la strada carrozzabile per il Colle del Sommeiller circa una cinquantina di metri prima del primo tornante.
Raggiungere il tornante e proseguire diritto per il sentiero in direzione del Rio du Fond.
Il sentiero gira a dx (sud-est) e costeggia tutti i tornanti della strada fi no a raggiungere, con una discesa il ponte, sulla sinistra, che permette di attraversare il Rio du Fond.
Dopo il ponte girare a dx (sud-est) e risalire il Vallone du Fond, costeggiando il rio per prati e tracce di sentiero fino al Pian dei Frati per raggiungere la strada a quota metri 2 540 circa, dove, dal tornante, parte a dx (est/sud-est) il sentiero per il Passo dei Fourneaux Settentrionale (3137 m). Dal Passo dei Fourneaux e possibile raggiungere, con breve deviazione, la punta Sommeiller (3332 m) ore 1 e 20 (consigliato, punta panoramica su tutte le alpi occidentali). Dal Passo dei Fourneaux Settentrionale, scendere in direzione sud verso il lago Galambra.
A monte del lago il sentiero gira a sx (est) passando a valle delle caserme abbandonate, in direzione del Bivacco Sigot (3020 m) per poi raggiungere un piano (3004 m) dove inizia a sx (nord-est) la discesa (attenzione al bivio per il sentiero dei 2000 : prendere a dx (sud-est) verso il Lago delle Monache (2567 m).
Dal lago proseguire sempre in direzione sud-est (tenere la sx nei due bivi da cui parte il sentiero per il Monte Chabrière) per raggiungere il Rifugio Levi-Molinari (1850 m).

Maggiori informazioni

Refuge Levi-molinari

- 1849m
Altitudine di partenza2165 m
Altitudine di arrivo1850 m
Dislivello+839 m / -1154 m
Tempi di percorrenza7h

tappa 4
Dal rifugio Levi-Molinari al rifugio Arlaud

vedere la cartina
Dal Rifugio Levi-Molinari (1 850 m), scendere al ponte sul torrente dove inizia la strada asfaltata, allo slargo con parcheggio imboccare il sentiero sulla sinistra (Fenils-Salbertrand) e seguirlo per Grange Soullier, proseguire per Salbertrand fino a Borgo Combes (1240 m) – Deveys. Traversare la statale per imboccare un percorso che porta sotto i piloni dell’autostrada, e continuare lungo il tratto di sentiero (da realizzare) che scende 100 metri più in basso e s’inserisce sulla stradina che conduce al ponte della frazione Champbons sulla Dora, 886 m.
Alla fontana imboccare il sentiero che sale nel bosco finchè incontra il Rio Chenal (990 m). Attraversarlo e dopo un tratto pianeggiante, a sinistra prendere il sentiero che sale direttamente alle Case Sapè (1188 m). Proseguire lungo la strada forestale che porta verso Salbertrand, prima della Casa del Parco (indicazioni), seguire il Sentiero dei Franchi (S.F.) fino a pervenire al bivio del sentiero (1054 m), che sale al Rifugio Arlaud posto a Montagne Seu (1764 m).

Maggiori informazioni

Refuge Arlaud

- 1770m
Altitudine di partenza1850 m
Altitudine di arrivo1764 m
Dislivello+960 m / -980 m
Tempi di percorrenza6h

tappa 5
Dal rifugio Arlaud al rifugio Chardousë

vedere la cartina
Dal Rifugio Arlaud seguire la strada forestale per Monfol; nel tratto finale in concomitanza di un’ampia curva scavalcare una sella e seguire il sentiero che scende direttamente su Monfol (1662 m). Subito dopo le case, sulla destra un cartello indica l’inizio del sentiero che scende a Gad. Seguirlo fino a quota 1136 m dove su un ponticello in legno si attraversa il torrente Rio Gran Comba. Traversare orizzontalmente e imboccare il sentiero Collet-Cotantin per Oulx (cartello) e seguirlo pianeggiante fin quando scende a destra verso la statale poco oltre il supermercato Le Baite ; lasciarlo, e proseguire invece sul sentiero che continua sempre in piano, segue un breve tratto in salita di pochi metri, poi ancora un tratto in piano per raggiungere un grande traliccio Enel. Da questo punto inizia la breve discesa che conduce in via Roma all’entrata di Oulx (1100 m).
Proseguire lungo via Roma con fondo a blocchetti percorrendo un breve tratto della parte storica di Oulx (bar, panetteria, pasticceria). In concomitanza del ponte per la stazione FS, si attraversa e subito dopo una breve rampa (strada per Cotolivier) conduce al’imbocco della stradina/sentiero che si segue per Pierremenaud/Vazon (1650 m).

Maggiori informazioni

La Chardousë

- 1659m
Altitudine di partenza1764 m
Altitudine di arrivo1650 m
Dislivello+750 m / -850 m
Tempi di percorrenza5h30

tappa 6
Dal rifugio Chardousë al rifugio Guido Rey

vedere la cartina
Dal Vazon (1650 m), seguire le indicazioni per Lozet (1745 m), continuando per Grange Millaures (1712 m); si prosegue nel vallone di Desertes fino al Pian de la Selle (1954 m) (rudere caserma militare); sulla destra, in direzione della dorsale Cotolivier (nord-est), si segue la mulattiera che raggiunge le case Pourachet (2027 m) e poco sopra il Colletto Pourachet (2052 m) sulla cresta che separa il Vallone di Desertes dal versante di Beaulard. Proseguire brevemente lungo il sentiero sul filo di cresta fino a raggiungere Madonna di Cotolivier (2105 m).
Ritornati al Colletto Pourachet, scendere lungo il sentiero verso Château Beaulard fino all’attraversamento del Rio Supire a quota 1614 m; proseguire in direzione ovest sul sentiero balcone (cartelli) per il rifugio Guido Rey (1761 m).

Maggiori informazioni

Refuge Guido Rey

- 1761m
Altitudine di partenza1650 m
Altitudine di arrivo1761 m
Dislivello+1000 m / -700 m
Tempi di percorrenza4h30

tappa 7
Dal rifugio Guido Rey alle Granges de la Vallée Étroite

vedere la cartina
Dal Rifugio Guido Rey (1761 m), seguire il sentiero per San Giusto – Madonna della Sanità – Passo della Mulattiera (2412 m) – Col des Accles (2217 m); scendere a Pian del Colle/Melezet (1441 m).
Raggiungere il campeggio “Pian del Colle” (1445 m) seguendo la strada statale e prendere sulla sinistra il sentiero pedonale per la Valle Stretta. Questo sentiero risale la valle sulla riva sinistra del “Ruisseau de Vallée Étroite”. In fondo al pianoro della “Paroi des Militaires”, di fronte alla “Bergerie” (1711 m) attraversare il torrente e proseguire sulla strada fino alle “Granges” e ai due rifugi (I Re Magi e Terzo Alpini).

Maggiori informazioni

Refuge I Re Magi

- 1760m

Refuge Terzo Alpini

- 1780m
Altitudine di partenza1761 m
Altitudine di arrivo1770 m
Dislivello+990 m / -971 m
Tempi di percorrenza6h30

tappa 8
Dalle Granges de la Vallée Étroite al rifugio Buffère

vedere la cartina
Dalle “Granges de Vallée Étroite”, salire su un bellissimo sentiero facile verso il “Col des Thures” (2194 m) poi scendere su Névache attraverso il vallone erboso con poca pendenza poi dai tornanti molto frequentati versante “Vallée de la Clarée” (Camini delle fate). Arrivo a Roubion. Risalire la “Vallée de la Clarée” fino a Névache (possibilità di navette gratuite da Roubion a Névache da mi-luglio a mi-agosto).
Da Névache, attraversare il torrente Clarée per congiungersi al GR57 sulla riva destra e seguirlo fino al “Pont du Rately”. Un po più avanti a destra, lasciare il sentiero che prosegue in direzione di “Fontcouverte” per salire verso il rifugio Buffère (1h30, nessuna difficoltà).
Maggiori informazioni

Refuge Buffere

- 2076m
Altitudine di partenza1770 m
Altitudine di arrivo2076 m
Dislivello+900 m / -600 m
Tempi di percorrenza5h30

tappa 9
Dal rifugio Buffère al rifugio Chardonnet

vedere la cartina
Dal rifugio Buffère (2076 m), prendere il sentiero che scende verso “La Souchère”.
In fondovalle rimanere su una buona pista sulla riva destra. Dopo 500 metri, cercare un sentiero che sale a sinistra verso il rifugio Chardonnet (cartello). Si raggiunge il sentiero che sale da “Fontcouverte” in direzione degli “Chalets de Laraux”. Seguire il sentiero accidentato fino al rifugio Chardonnet (2227 m).

Maggiori informazioni

Refuge du Chardonnet

- 2227m
Altitudine di partenza2076 m
Altitudine di arrivo2227 m
Dislivello+400 m / -250 m
Tempi di percorrenza4h30

tappa 10
Dal rifugio Chardonnet al rifugio Ricou

vedere la cartina
E’consigliata un’andata-ritorno al “Col du Chardonnet” (2638 m) (+400 m, 3h) prima di raggiungere il rifugio Ricou. Attraversare il ripiano a Ovest del rifugio per raggiungere il sentiero che scende a “Fontcouverte” attraverso gli “Chalets du Queyrellin”. Transitare davanti all “Auberge de la Fruitière” (possibilità di ristoro) e attraversare la Clarée. La pista che sale a Ricou parte sulla sinistra, 20 m dopo il ponte. Il rifugio Ricou (2115 m) si raggiunge in 45 min, senza diffi coltà.

Maggiori informazioni

Refuge de Ricou

- 2115m
Altitudine di partenza2227 m
Altitudine di arrivo2115 m
Dislivello+250 m / -180 m
Tempi di percorrenza2h

tappa 11
Dal rifugio Ricou al rifugio Laval

vedere la cartina
Dal rifugio Ricou, salire in direzione del “Lac Laramon” e del “Lac du Serpent” poi al “Pic du Lac Blanc” (2995 m), riscendere verso il “Chemin de Ronde” (incrocio di sentieri, 2291 m). Prendere poi verso Nord il “Chemin de Ronde” che offre uno splendido panorama sui “Cerces”. Si passa sotto il “Lac de la Cula” poi, oltre un piccolo passo (2400 m) si riscende verso Laval dove si raggiunge l’omonimo rifugio (2010 m).

Maggiori informazioni

Refuge Laval

- 2010m
Altitudine di partenza2115 m
Altitudine di arrivo2010 m
Dislivello+1000 m / -1000 m
Tempi di percorrenza6h30

tappa 12
Dal rifugio Laval al rifugio Drayères

vedere la cartina
Dal rifugio Laval, attraversare il “Pont du Moutet” in direzione del “Lac des Béraudes” (2504 m). Valicare il “Col des Béraudes”- 2 800 m (+800 m). Scendere per raggiungere il GR57. Dirigersi verso Sud-Ovest per raggiungere il “Col de la Ponsonnière” (2613 m). Seguire il GR57 fino al “Col des Cerces” (2574 m) e proseguire fino al rifugio Drayères via il “Lac de la Clarée”.

Maggiori informazioni

Refuge des Drayères

- 2180m
Altitudine di partenza2010 m
Altitudine di arrivo2180 m
Dislivello+1000m / -1000m
Tempi di percorrenza6h30

tappa 13
Dal rifugio Drayères al rifugio Terre Rouge

vedere la cartina
Lasciato il rifugio Drayeres, seguire il sentiero dei laghi (lac Rond e lac du Gran Ban). Noterete il vecchio cippo che separava la Francia dal Regno di Piemonte e Sardegna a monte del sentiero. Prendere a destra in direzione del Col de la Plagnette. Dopo seguire il lungo sentiero traverso che conduce al Pas des Griffes (2554 m). Superato il passo scavalcherete nella valle di Neuvache (belvedere). Il sentiero scende verso la Neuvache e vedrete il rifugio Terre Rouge al centro della valle. Successivamente occorre dirigersi a sud verso lo chalet des Barmettes, in direzione del Lac de Curtalès, per poter attraversare il torrente su un ponte di legno.
Dopo il ponte, il sentiero vi conduce ad una zona paludosa, che attraverserete sulla destra, per raggiungere il rifugio.

Maggiori informazioni

Refuge Terre Rouge

- 2182m
Altitudine di partenza2180 m
Altitudine di arrivo2182 m
Dislivello+660 m / -1060 m
Tempi di percorrenza7h

tappa 14
Dal rifugio Terre Rouge al rifugio Marches

vedere la cartina
Lasciato il rifugio Drayeres, seguire il sentiero dei laghi (lac Rond e lac du Gran Ban). Noterete il vecchio cippo che separava Dal rifugio Terre Rouge (2180 m), partire a Nord verso Notre-Dame des Neiges, seguire il sentiero fino a la Loza risalire il vallone fino al lac de Roche Noire e poi raggiuengere il sentiero per il col de Marches (2725 m). La discesa si effettua in direzione del lago Bissorte, infine seguire il sentiero sulla destra in direzione del rifugio des Marches (2230 m).

Maggiori informazioni

Refuge des Marches

- 2230m
Altitudine di partenza2180 m
Altitudine di arrivo2230 m
Dislivello+543 m / -495 m
Tempi di percorrenza4h30

tappa 15
Dal rifugio Marches al rifugio Thabor

vedere la cartina
Dal rifugio Marches, risalire il "Vallon de Bissorte" in direzione Nord fino ad arrivare al "Col des Bataillères - 2804m (+620m) transitando dal "Lac des Bataillères". Raggiungere poi il rifugio Thabor (-300m) via i "Lacs Sainte-Marguerite" (3h).
Maggiori informazioni

Refuge du Thabor

- 2502m
Altitudine di partenza2230 m
Altitudine di arrivo2502 m
Dislivello+620 m / -300 m
Tempi di percorrenza3h

tappa 16
Dal rifugio Thabor alle "Granges de Vallée Étroite"

vedere la cartina
Tappa corta e facile con partenza dal rifugio Thabor. Scendere al "Col de Vallée Étroite" e prendere a sinistra in diagonale per congiungersi al GR57 che scende verso la "Vallée Étroite" attraversando dei pendii erbosi facili seguiti da un passaggio accidentato e più ripido, poi da pianori senza difficoltà. Bel percorso fino al "Pont de la Fonderie" e le "Granges de Vallée Étroite" (-740m, 2h30) Si può pernottare al rifugio Terzo Alpini o al rifugio I Re Magi vicini l'uno all'altro o ritornare a Névache, cosa fattibile senza difficoltà nell'arco della stessa giornata.
Variante: possibilità di salir
Variante: possibilità di salire alla cima del Mont-Thabor. Questa deviazione allunga notevolmente la tappa (+850m / -1400m).
Maggiori informazioni

Refuge I Re Magi

- 1760m

Refuge Terzo Alpini

- 1780m
Altitudine di partenza2502 m
Altitudine di arrivo1780 m
Dislivello-376 m / -1413 m
Tempi di percorrenza7h

tappa 17

vedere la cartina
Maggiori informazioni
Altitudine di partenza1770 m
Altitudine di arrivo1315 m
Dislivello-450 m
Tempi di percorrenza2h30
Prenotate i rifugi
per questa escursione
tappa 1
Salita al rifugio Chalet della Guida
Chalet della guida
tappa 2
Dal Chalet della Guida al rifugio Scarfiotti
Refuge Scarfiotti
tappa 3
Dal rifugio Scarfiotti al rifugio Levi-Molinari
Refuge Levi-molinari
tappa 4
Dal rifugio Levi-Molinari al rifugio Arlaud
Refuge Arlaud
tappa 5
Dal rifugio Arlaud al rifugio Chardousë
La Chardousë
tappa 6
Dal rifugio Chardousë al rifugio Guido Rey
Refuge Guido Rey
tappa 7
Dal rifugio Guido Rey alle Granges de la Vallée Étroite
Refuge I Re Magi
Refuge Terzo Alpini
tappa 8
Dalle Granges de la Vallée Étroite al rifugio Buffère
Refuge Buffere
tappa 9
Dal rifugio Buffère al rifugio Chardonnet
Refuge du Chardonnet
tappa 10
Dal rifugio Chardonnet al rifugio Ricou
Refuge de Ricou
tappa 11
Dal rifugio Ricou al rifugio Laval
Refuge Laval
tappa 12
Dal rifugio Laval al rifugio Drayères
Refuge des Drayères
tappa 13
Dal rifugio Drayères al rifugio Terre Rouge
Refuge Terre Rouge
tappa 14
Dal rifugio Terre Rouge al rifugio Marches
Refuge des Marches
tappa 15
Dal rifugio Marches al rifugio Thabor
Refuge du Thabor
tappa 16
Dal rifugio Thabor alle "Granges de Vallée Étroite"
Refuge I Re Magi
Refuge Terzo Alpini
tappa 17
Altitudine di partenza2530 m
Altitudine di arrivo2230 m
Dislivello+250 m à +1017 m selon les étapes
Tempi di percorrenzade 2h à 7h
DifficoltàDifficile
Stagioned'estate